IN VOLO LIBERO

Corso di Teatro per l'infanzia

8-12 anni

Tutti i martedì 17.00-18.30

presso WITERGARTEN, Atelier Permanente

Corso Amedeo 270, Livorno

Oggigiorno i bambini giocano sempre meno. Hanno trasferito l'immaginazione all'interno di uno schermo. Il Teatro è invece quanto di più vicino al gioco dell'infanzia. Un bambino prende in mano un bastone e il bastone diventa un cavallo... E' capace di vedere al di là della realtà concreta, e questo stimola la sua capacità di conoscere il mondo trasformandolo. Il teatro è il luogo della meraviglia e dell'avventura.

 

Quello che il laboratorio propone è un teatro fatto non solo di parole ma anche di corpo e movimento. Attraverso i giochi teatrali proposti i bambini acuiranno la consapevolezza del proprio corpo in movimento, in relazione con sé stessi, con i propri compagni, con lo spazio e con il ritmo.

 

Quest'anno affronteremo con i bambini il tema del viaggio e della scoperta (dell'altro e di sé stessi) introducendo nel lavoro un testo apparentemente complesso e enigmatico quale "Il verbo degli uccelli" di Farid ad-Din 'Attar e la sua trasposizione immaginifica di Peter Sis  "La conferenza degli uccelli".

Si tratta di un'opera scritta nel XII secolo e che rappresenta un cammino spirituale basato sulla ricerca della verità, lontano però dalle retoriche religiose e mistiche. Protagonisti sono un gruppo di uccelli tristi e disorientati, che si riuniscono in assemblea sotto la guida di un “upupa” per andare alla ricerca del re perduto, Simurg, che si dice abbia tutte le risposte.. Durante il faticoso e pericoloso percorso, il gruppo di uccelli dovrà attraversare una serie di valli, tutte altamente simboliche, quali la valle dell'amore, la valle della conoscenza, la valle dell'unificazione ecc... Soltanto alla fine di questa avventura raggiungeranno il monte sul quale, si dice, risiede SIMURG, il re che stavano cercando. Una volta scalate le pendici del monte, sulla cima, troveranno però soltanto uno specchio. E nello specchio, l'immagine di un gigantesco uccello, il “SIMURG”, creato dal riflesso dei loro stessi corpi (Simurg in persiano significa proprio 30 uccelli). Nello specchio vedranno nient'altro che loro stessi. Loro sono Simurg. Il Re che cercano è semplicemente dentro di loro.

Il testo, che verrà proposto in forma di gioco e avventura, sarà un pretesto per affrontare con i bambini alcuni degli archetipi intorno ai quali si costruisce, da sempre, tutto il teatro. 

40 euro mensili, lezione di prova gratuita

Info e contatti: 3498675103

dimitricanessa@gmail.com