LEONARDO DELOGU/

NEL TEMPO PROFONDO

dal 7 al 9 febbraio, c/o Wintergarten

VIA MICHON 31/33, Livorno

Dopo qualche anno di sospensione, torno alla dimensione del laboratorio aperto e condiviso dove nutrire lo spazio dell’incontro e dello scambio con le tensioni che oggi animano la ricerca. A partire dal concetto di “teatro di paesaggio “che abbiamo tentato di declinare in questi anni dentro l’esperienza di DOM- il laboratorio attraverserà le pratiche del corpo e di abitazione dell’esterno che stanno alla base del nostro lavoro. Lo specifico di questo seminario sarà indagare la questione del tempo a partire dall’ascolto del tempo fisiologico, filogenetico del corpo, dei vari ritmi interni per passare al tempo del circostante, dei ritmi nascosti nel paesaggio, dal tempo dell’urbano a quello animale e vegetale. fino alla prefigurazione, al tentativo di connessione con un tempo cosmico, geologico chiamato tempo profondo che riconnette il vivente su una scala temporale per noi fuori dall’esperienza, legata alla nascita della terra e allo sviluppo della vita e che si rivela però portatrice, vettore di quel sovvertimento del pensiero in grado di ri-orientare il proprio posizionamento in tempi di catastrofe come il nostro.

Leonardo Delogu

performer e regista

Leonardo Delogu è un performer e regista italiano profondamente affascinato dal rapporto tra corpo, movimento e paesaggio. Le sue produzioni si svolgono in luoghi deserti, paesaggi naturali e angoli dimenticati alla periferia delle città. Le sue performance sono invariabilmente anche vere esperienze, e richiedono fiducia, dedizione e tempo da parte del pubblico: uno spettacolo su una spiaggia, per esempio, che dura fino a notte fonda, o una passeggiata di quattro ore in un piccolo gruppo seguendo un uomo.  Indaga con tenacia  "lo spazio mobile" tra nomadismo e insediamento cercando di aprire domande sul nostro modo di abitare il mondo. 

PER ISCRIZIONE

inviare mail con c.v a:

dimitricanessa@gmail.com

per info: 3498675103

costo: 120 euro + 5 euro tessera

foto Laura Marcolini