La Conferenza degli uccelli

July 5, 2017

Il 30 giugno, dopo un mese di lavoro, si è concluso il progetto di Teatro Sociale sviluppato in collaborazione con la Atelierschule e la scuola di alta pedagogia Rafaelschule di Zurigo. In scena 40 ragazzi diretti da Federico Dimitri. 

Liberamente ispirato a Il verbo degli uccelli di Farid ad-Din 'Attar e a La conferenza degli uccelli di Peter Sis

 

La conferenza degli uccelli, opera scritta nel XII secolo, rappresenta un cammino spirituale, mistico, individuale basato sulla ricerca della verità, lontano dalle retoriche religiose e da racconti fantastici o più semplicemente popolari. Protagonisti sono un gruppo di uccelli tristi e disorientati, che si riuniscono in assemblea sotto la guida di un “upupa” per andare alla ricerca del re perduto, Simurg, che si dice abbia tutte le risposte.. Durante il faticoso e pericoloso percorso, nel quale devono affrontare una serie di estenuanti prove psico-fisiche sottoposte da madre Natura, tanti di essi moriranno lungo la via e solo una trentina riusciranno a raggiungere la meta in cima alla montagna di “Gaf”. Lì, come in uno specchio, vedranno il riflesso di un gigantesco uccello, il “SIMURG” (che in persiano significa proprio 30 uccelli). Nello specchio vedranno quindi nient'altro che la propria immagine riflessa. Loro sono Simurg. Il Re che cercano è semplicemente dentro di loro.

 

 

 

Please reload

Please reload